SULAWESI

Già  conosciuta come Celebes, è  situata tra il Borneo e le isole Molucche, le Filippine e Flores. E’ un’area il cui l’entroterra montuoso offre paesaggi mozzafiato, di una natura strabiliante e selvaggia e dove convivono molte differenti etnie, detentrici in molti casi di culture ancora misteriose, dai riti antichi immutati  nel tempo come, ad esempio, (ma solo per citarne uno..) il popolo dei Toraja il quale, protetto  da alte montagne,  vive  in case costruite  a forma di barche e,  con tradizioni ancora fortemente radicate.  Al largo delle sue coste si trovano bellissime isole dalle bianche spiagge sia al nord, nella famosa area di Manado, che al sud, nell’arcipelago di Wakatobi.  Mare trasparente, tantissimo corallo  e tantissimi differenti  siti d’immersione ritenuti tra i migliori al mondo per la loro biodiversità.


Fondali e Immersioni:

In quello che viene chiamato il “triangolo della biodiversità”, formato dai Parchi Marini di Bangka, Bunaken e dallo stretto di Lembeh,  è possibile vedere più specie marine che in altri mari e di effettuare immersioni completamente differenti in ogni differente area.  Sui reef dell’arcipelago di  Bunaken,  parco marino situato  proprio di fronte a Manado, famoso per le sue incredibili pareti di corallo che si perdono nel blu, si possono ammirare coralli morbidi e duri, spugne e ventagli di mare che  a loro volta ospitano una presenza impressionante di vita; altissima la presenza di invertebrati, cavallucci marini e macro, ma alta è anche la presenza di tartarughe. Occasionalmente possono essere visti anche degli squali pinna bianca o dei pesci napoleone.

Bangka e le isole  vicine, a nord delle Sulawesi, sono battute da forti correnti e non è difficile incontrare qui grandi pelagici che seguono queste correnti per nutrirsi. Sempre incredibile è la vitalità della barriera corallina, con grandi spugne e tantissimi  coralli.  ALembeh, lo scenario cambia completamente:  a colline verdissime e ricche di vegetazione che danno un riflesso  verde e brillante all’acqua del marei , fanno da contraltare fondali vulcanici, scuri, che ospitano creature affascinanti e pesci abbastanza rari. Siamo nel regno indiscusso della “muck dive” ed ogni incontro è assolutamente unico.  La corrente che si spinge all’interno dello stretto porta con sé grandi quantità di nutrimento per gli animali che vivono in queste acque.  Nonostante queste forti correnti paradossalmente, le immersioni vengono effettuate tutte in piccole baie molto tranquille e con profondità massima tra i 25 ed i 30 metri. 


Periodo consigliato:
Il periodo migliore va da aprile a ottobre. Fra novembre e marzo  è il periodo più umido con precipitazioni frequenti.

 

0110448190

©2018 Diving Travel Specialist by Travel Specialist SRL. SEDE LEGALE: VIA DIGIONE 13 BIS 10143 TORINO CF: 11844630019 CAP. SOC. € 12.000 / € 8.000 ISCRITTA AL R.I. DI TORINO AL N. 11844630019 N. REA: TO 1245669